LN Facebook LN Twitter LN Gruppo Facebook

468x60 Ads

...PER TOGLIERE OGNI DUBBIO...RISPONDE LA WARNER



Buongiorno a tutti, eccomi qui con le risposte alle vostre domande. 

- Come mai solo 3 concerti quest'anno? 
W.M.: Non si potrebbe fare un concerto a Roma, Milano, Torino e Napoli a cachet ridotto (come ha fatto la Camba)? Come sapete il tour è di gestione della New Step e non siamo in grado di darvi risposte precise. I concerti vengono organizzati in base alle richieste delle diverse regioni. L'inverno è la stagione più difficile da "coprire" però il consiglio è quello di fare richiesta presso i vostri comuni che spesso, durante il periodo estivo, organizzano concerti anche gratuiti nelle Piazze dove Luca potrebbe acquisire più visibilità e nuovi fan.

 - Come mai una distribuzione così disomogenea?
 W.M.: La distribuzione è stata gestita in base alle richieste fatte dai negozianti. Le segnalazioni da voi fatte ci hanno permesso di fare delle verifiche approfondite ma non abbiamo riscontrato tutte le mancanze segnalate. Al Sig. Francesco Napolitano è stata consegnata tutta la documentazione ed è anche stato accompagnato in alcuni store per controllare la situazione personalmente.

-Come mai nessuna visibilità in TV dove vanno anche persone anonime?
W.M.: In questo momento ci stiamo concentrando sulla promozione all'estero (Svizzera in particolare dove è molto richiesto).

-Come mai così poca promozione nelle radio?
W.M.: Il discorso delle radio è un tasto dolente per la discografia. Avete tutti seguito la battaglia nata, in collaborazione con F.I.M.I. (Federazione dell'Industria Musicale Italiana),poco più di un anno fa ma purtroppo la situazione sembra non avere sortito alcun effetto. Le radio italiane ad oggi si dichiarano libere di trasmettere ciò che incontra i propri gusti.


- Luca non puo' fare solo concerti Estivi.
 Se la gestione è solo Reattiva (e non Pro-Attiva) si corre il rischio veramente di non avere più concerti fino all'estate 2012.
Magari sarebbe apprezzabile un sacrificio con un evento presso un locale "Friend-Warner" a prezzo ridotto e testate il riscontro del pubblico "non-fan-accanito".

W.M.: Ribadisco che le richieste per i concerti di Luca vanno sottoposte a New Step. Warner non può fare nulla in tal senso.
Chiedere un sacrificio da parte di Warner organizzando un evento a prezzo ridotto mi sembra il modo peggiore per dare valore a "Luca Artista".
Questi show-case vengono organizzati solo per artisti emergenti per cui si ha la necessità di presentarli alla stampa.
Ci sono state occasioni in cui Luca si è esibito a pagamento ma la risposta del pubblico è stata scarsa (purtroppo).



Capisco il messaggio sulla distribuzione, ma comunque ci sono stati dei buchi su alcuni negozi Feltrinelli e della grande distribuzione. Colpa nostra che non lo abbiamo richiesto abbastanza o non è stato fatto un lancio adeguato pre-uscita-CD?
W.M.: Non credo si possa dire che i lancio promozionale non sia stato adeguto. Il disco di Luca è stato presentato negli store più importanti d'Italia e la promozione radiofonica è stata massiccia.
Più che una questione di richiesta è una questione di acquisto reale.
Alcuni store, a seguito delle nostre verifiche, ci hanno comunicato che molte erano le copie che venivano ordinate ma che poi non sono mai state acquistate e questo ha incrementato le spese per i resi.

Benissimo per la svizzera...personalmente sono contento...anche se sono lontanissimo!
Pero' segnalate con adeguato ANTICIPO gli eventi.
Luca ha fans volenterosi che sarebbero disposti a seguirlo anche Oltr'Alpe se gli si da la possibilità di organizzarsi.

W.M.: Gli eventi organizzati in Svizzera sono organizzati dai nostri colleghi oltralpe e per questo motivo non potevamo sottrarci alle loro decisioni in merito alla comunicazione.
A parte questo non mi risulta che gli eventi aperti al pubblico non siano stati comunicati con anticipo. L'ultimo evento di Lugano è stato comunicato un paio di settimane prima. E' stato indetto anche un concorso per vincere biglietti omaggio e non abbiamo ricevuto neanche le mail sufficienti per raggiungere il numero limite di ingressi.


Abbiamo pensato ultimamente che alcune radio passano i pezzi pagati dalle Majors, Probabilmente sbagliavamo!
Se invece così fosse, visto che tanto ormai le majors fanno affidamento sulla promozione virale dei fans, fateci sapere se possiamo investire anche in questo modo con collette, visto che sarebbe equivalente a scarichi multipli dei pezzi da Itunes, MA l'investimento sarebbe volto più ad AMPLIARE la cerchia degli ascoltatori, piuttosto che a restringerla ai SOLITI ...

W.M.: Che le majors paghino le radio per trasmettere i pezzi dei propri artisti mi è nuova! Almeno per quanto riguarda Warner Music!

A vostra disposizione per ulteriori chiarimenti.

Alessia - Staff Warner Music -